Promozione della salute in azienda: strumenti e opportunità

Cosa significa promuove la salute in azienda?

Una azienda che promuove la salute si impegna a costruire, attraverso un processo partecipato che vede il coinvolgimento di tutte le parti coinvolte, un contesto che favorisce l’adozione di comportamenti e scelte positive per la salute, nel proprio interesse e nell’interesse dei lavoratori e della collettività.

La promozione della salute nei luoghi di lavoro è prevista anche dal D.Lgs. 81/2008 che all’art. 25 indica che il Medico Competente collabora “all’attuazione e valorizzazione di programmi volontari di promozione della salute, secondo i principi della responsabilità sociale”.

La promozione della salute deve essere pensata come una “strategia complementare a quella della tutela della salute”, si tratta quindi di iniziative volontarie dei Datori di Lavoro che vanno oltre la sorveglianza sanitaria (obbligatoria) prevista dal Medico Competente a fronte dei rischi per la salute cui sono esposti i lavoratori in funzione della mansione.

Quali vantaggi porta la promozione della salute in azienda?

Sul tema dell’invecchiamento progressivo della forza lavoro per esempio alcuni esempi di buone prassi dimostrano che i costi degli investimenti nella promozione della capacità lavorativa sono compensati dai benefici, le persone possono continuare a lavorare in modo produttivo, l’ambiente di lavoro migliora, la produttività aumenta e i problemi legati all’età diminuiscono. 

Alcuni studi di analisi costi-benefici indicano che “il ritorno di utili rispetto al capitale investito (Return of Investment – ROI) possono essere molto buoni: l’utile su 1 EUR investito è pari anche a 3-5 EUR dopo alcuni anni. Il ROI positivo si basa sui bassi tassi di assenza per malattia, sulla riduzione dei costi dovuti a disabilità al lavoro e una migliore produttività”.

E si è compreso che buone condizioni di lavoro possono contribuire nel mantenere lo stato di salute “soprattutto se sono instaurate fin dalle età più giovani”.

In questo senso la Commissione Europea ha sottolineato “l’importanza per le aziende di investire sul capitale umano, sull’ambiente, sul rapporto con il territorio in cui è inserita e con tutte le parti interessate, considerando queste attività un investimento per migliorare sia l’ambiente di lavoro sia l’immagine dell’azienda e dei prodotti in termini di marketing”. Clicca qui per scaricare il documento.

Quali sono le misure di promozione della salute sul lavoro?

L’Agenzia Europea per la Sicurezza ha proposto alcuni esempi di misure di promozione della salute nel lavoro:

Misure a livello organizzativo:

Misure riguardanti l’ambiente di lavoro:

Misure a livello individuale:

L’importante è che queste misure non siano isolate ma concertate coinvolgendo tutti gli attori aziendali e inserite in una campagna per la promozione della salute in azienda.

Come organizzare una campagna per la promozione della salute in azienda?

Uno degli aspetti più importanti per portare a termine con successo le attività di promozione della salute in azienda è rappresentato dall’impegno continuo di tutti i soggetti coinvolti.

L’impegno della Dirigenza è essenziale per evitare conflitti tra il programma e le politiche e prassi aziendali. Occorre poi coinvolgere RSPP, Medico competente e la Direzione Risorse Umane. E’ fondamentale coinvolgere il personale, anche attraverso i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS), per:

Una delle possibilità è aderire alla Rete WHP Lombardia (Workplace Health Promotion – WHP) che ha come obiettivo generale quello di promuovere cambiamenti organizzativi dei luoghi di lavoro al fine di renderli ambienti favorevoli alla adozione consapevole ed alla diffusione di stili di vita salutari, concorrendo alla prevenzione delle cosiddette “malattie non trasmissibili” quali l’obesità, diabete, ictus, ecc.

Il programma è attivato e coordinato localmente dalle Agenzie di Tutela della Salute – ATS. Gli operatori delle ATS forniscono alle aziende orientamento metodologico e organizzativo.

Le aziende che aderiscono al programma WHP Lombardia si impegnano a costruire un contesto che favorisce l’adozione di comportamenti e scelte positive per la salute. A tal fine attivano un percorso di miglioramento, fondato su una specifica analisi di contesto che permetta l’emersione di criticità e la definizione di priorità, che prevede la messa in atto di interventi efficaci e sostenibili finalizzati a sostenere scelte salutari (abitudini alimentari, stile di vita attivo) e contrastare fattori di rischio (tabagismo, lo scorretto consumo di alcool), oltre a promuovere azioni inerenti il contrasto alle dipendenza patologiche, promuovere la conciliazione casa – lavoro.

L’ATS rilascia un attestato di “Luogo di lavoro che promuove salute” – Rete WHP Lombardia  ai luoghi di lavoro che hanno messo in atto una o più “pratiche raccomandate”.

Se vuoi saperne di più sul programma consulta il sito: https://www.promozionesalute.regione.lombardia.it

Esempi pratici di attività di “wellness in azienda”:

Per la diffusione della cultura della salute dei lavoratori e la prevenzione delle malattie professionali, Soluzioni srl può: